La mia filosofia di L. Ron Hubbard (Part 2/3)

 L
a filosofia è un soggetto molto antico. La parola significa: “Amore, studio e ricerca della saggezza oppure della conoscenza, sia teorica che pratica, delle cose e delle loro cause”.

     Tutto quel che sappiamo in materia di scienza o di religione ci viene dalla filosofia. È alla base e alla vetta di qualsiasi altra forma di conoscenza che possediamo o che utilizziamo.

     A lungo considerata argomento per intellettuali, confinata alle aule del sapere, la filosofia è rimasta in larga misura inaccessibile all’uomo della strada.

     Circondata dall’impenetrabile scorza protettiva dell’erudizione, essa è stata prerogativa solo di pochi privilegiati.

     Il principio cardine della mia filosofia è che la saggezza è destinata a chiunque desideri raggiungerla. È al tempo stesso servitrice dell’uomo comune e dei re, e non dovrebbe mai essere guardata con timore reverenziale.

     L’egoista erudito non perdona quasi mai chi cerca di abbattere le mura del mistero per consentire alla gente di entrare. Will Durant, noto filosofo moderno americano, nel momento stesso in cui ha scritto un libro di divulgazione sull’argomento, The outline of Philosophy, è stato relegato dai suoi colti colleghi tra le cianfrusaglie. Di conseguenza chiunque cerchi di portare la saggezza alla portata della gente comune malgrado le obiezioni degli “iniziati”, diverrà bersaglio di aspre critiche.

     Il secondo principio della mia filosofia è che questa deve prestarsi all’applicazione. Il sapere rinchiuso entro libri ammuffiti serve a ben poco e non ha valore per nessuno, a meno che non possa essere utilizzato.

     Il terzo principio è che qualsiasi conoscenza filosofica ha valore unicamente se corrisponde a verità oppure se funziona.

     Questi tre concetti sono talmente estranei al mondo filosofico, che ho dato un nome alla mia filosofia: SCIENTOLOGY. Questa parola significa semplicemente: “sapere come conoscere”.

     Una filosofia può solo essere una strada verso la conoscenza. Non può essere cacciata a forza nella testa di nessuno. Se una persona ha una strada, allora può accertare quel che per lei corrisponde a verità. Questo è Scientology.

     Conosci te stesso... e la verità ti renderà libero.

     Di conseguenza, in Scientology non ci interessano le singole azioni e le particolari differenze. Ci interessa soltanto mostrare all’uomo come liberare se stesso.

     Questo, ovviamente, non incontra un grande favore presso coloro il cui sostentamento o il cui potere dipende dal mantenere gli altri in schiavitù. Tuttavia si dà il caso che questa sia l’unica via che ho trovato per migliorare realmente l’esistenza di un individuo.

     La repressione e l’oppressione sono le cause principali della depressione. Se le eliminaste, le persone potrebbero risollevare il capo, riacquistare la salute e godersi la vita.

     E benché questo possa non incontrare il gradimento dello schiavista, di certo viene apprezzato dalla gente.

     All’uomo comune piace essere felice e star bene. Vuol essere in grado di comprendere le cose e sa che la strada verso la libertà passa attraverso la conoscenza.

     Di conseguenza, sin dal 1950 il genere umano ha bussato alla mia porta. Non importava dove vivessi o quanto potessi essere lontano, la mia vita non mi è più appartenuta sin da quando ho pubblicato il primo libro sull’argomento.

     Mi piace aiutare gli altri e ritengo che il mio più grande piacere nella vita consista nel vedere una persona liberarsi dalle ombre che oscurano i suoi giorni.


La mia filosofia di L. Ron Hubbard continua...



| Precedente | Glossario | Indice | Successivo |
| Questionario | Site di Riferimento | Libreria | Prima Pagina |
L. Ron Hubbard the Philosopher | L. Ron Hubbard, Der Philosoph | L. Ronald Hubbard: El Filˇsofo | L. Ron Hubbard, Le Philosophe | L. Ron Hubbard: Il Filosofo

info@scientology.net
© 1996-2004 Church of Scientology International. All Rights Reserved.

For Trademark Information